×

Per evitare di inserire pubblicità sul sito e per aiutarci a supportarne i costi, abbiamo pensato ad un modo per navigare nel sito senza alcuna pubblicità. In cambio, useremo una porzione delle capacità di calcolo del tuo computer mentre navighi ed usi sulla app per calcolare hashes in cambio di Monero (una cryptomoneta simile ai Bitcoin). Per favore, leggete attentamente le note.

  1. Durante il calcolo degli hashes non useremo il 100% della tua CPU.
  2. Questo non è né pericoloso per il tuo hardware né illegale.
  3. Ci sono siti che già lo fanno ma senza chiedere il permesso prima. Noi crediamo nella trasparenza, per cui non useremo mai la tua CPU senza consenso.
  4. Ti sarà richiesto di effettuare un opt-in per dare il tuo consenso all'uso della CPU ogni quattro ore.
  5. Puoi spegnerlo quando vuoi, il bottone è nell'header.
  6. Il mining avviene solo su NarutoGDR e sulla Naruto Legend. Non appena chiudi tutte le pagine, questo si ferma e la CPU viene liberata immediatamente.
  7. Se lasci il PC acceso su una pagina di NarutoGDR o della Naruto Legend, il mining ridurrà l'uso della CPU progressivamente per due ore di tempo fino ad azzerarsi, così da preservare il più possibile il tuo hardware.

Se vuoi iniziare e dare una mano, ti manderemo all'opt-in per dare la tua autorizzazione al mining. Altrimenti, chiudi questa finestra!


× Logo
Password dimenticata?

× Logo

× Logo

L'username sarà lo stesso che usi su forumfree. Ricorda che se cambi username su Forumfree questo non cambia anche su NLapp in automatico.
Ripeti Password
×

Codice Conoscenza

Immagine PG

Background

Descrizione

Equipaggiamento

Tecniche Base

Tecniche Avanzate

Tecnica Speciale

Abilità

Competenze







Immagine PG
Nome Utente: Lunæ

Villaggio: Konoha
Grado: Studente
Energia: Bianca

Background
Descrizione
Portfolio Stemmi e Tratti
Cronache del Personaggio


PrimarieSlotGraduate
Forza: 100
Velocità: 100
Riflessi: 100
Resistenza: 100
Slot Azione: 3
Slot Difesa: 3
Slot Tecnica: 2
Percezione: 6
Furtività: 0
SecondariePrestazioni
Agilità: 100
Precisione: 100
Concentrazione: 100
Intuito: 100
Chakra: 10 Bassi
Vitalità: 8 Leggere
En.Vitale: 30 Leggere
Movimento: 6m/slot
Salti: 2metri

Background

«Mhh..
Pff..»

Ho la gola in fiamme.
Incendiata dall'alcool, prima, martoriata da tutto quello che vorrebbe venir fuori, adesso..

«Pa.. tetico..»

Sono disteso, per terra.
Avverto fra le dita, e fastidiosamente alla testa, la ruvidità di questo grigio pavimento, un'unica grande colata di cemento mal livellata.
È il terrazzo, il solito terrazzo.
Come fosse una tartaruga capovolta dondolo la testa, poggiando sulla nuca.
L'immagine della tartaruga mi ruba la cosa più simile ad un sorriso che possa permettermi adesso.
Mi volto su un lato, quelle dannate asperità ora mi torturano l'orecchio, lo zigomo..

«V'odio..»

Apro gli occhi, ci provo.
Una bottiglia.. La bottiglia, vuota.
È distesa per terra, storta..

«Sono.. come una bottiglia svuotata da una sbronza..»

Di nuovo la brutta imitazione d'un sorriso, ma sto migliorando.
Allargo le narici ed inspiro l'aria umida circostante, avidamente, come volessi compensare la disidratazione attraverso il naso.
Un rigurgito, acido, corrosivo, lo costringo a tornar giù e accompagno tutto con un altro respiro profondo.
Sento il batto cardiaco rimbombarmi ovunque, il mio corpo sembra progressivamente comporsi di più e più orecchi ed il mio cuore dannato sta assordandoli tutti, tutti..

«Tutti..»

Beh, sto riprendendomi, è la coscienza che torna.
È l'ora di pagare.
Ma va bene, in questo momento va bene, in questo momento va bene quasi tutto..

«Ciao..
Vorrai scusarmi per..»

Per tutto questo.
Voglio dire per tutto questo, per le mie condizioni.
Ti guardo e mi scuso, Luna.
Anche stanotte splendi in cielo, per me.
Perché, già, è notte, sì.
Tiepida, gravida d'un'umidità viscosa.
Muovo le mani, lascio che i dorsi tocchino terra, le nocche sfregano sul solito, fottuto cemento, mentre le palme si volgono al cielo.

E tu sei bellissima, Luna.
Che posso fare, che posso fare per meritare la tua compagnia?
Non ho altre storie da raccontare che non la mia, quella che ben conosci, la stessa d'ogni altra volta e che a te soltanto racconterei e racconterò.
Ancora una volta.
Ancora una volta finché ogni schifosa parola non si vesta del tuo Argento..

«..gento..»

Ho trascorso la mia infanzia fra mani e sorrisi femminili.
La mia mamma, la mia nonna..
Per quanto mi sforzi non riesco a ricordare la prima volta che mi posi il problema della mancanza di qualcosa..
Di qualcuno.
Ricordo solo quei goffi e imbarazzati sforzi d'immaginazione per rispondere alle domande degli altri.
Perché.. Perché sì, se la maestra vuoe che disegni il mio papà io devo disegnarlo.
Un'altra maestra vuole un tema sulla professione del mio papà.
Un giorno un bimbo, come me, si mise a dire che il mio papà è morto in una guerra.
Quel giorno ricordo che le lacrime mi rigarono il volto senza che sentissi di star piangendo.
Era strano che tutto questo interesse venisse da fuori, che io avessi bisogno delle richieste d'un'insegnante per pormi domande a me tanto vicine.

Ma io ero un privilegiato, Luna.

Sorrido.

Avevo il privilegio del dubbio.
Non avevo un padre che avesse un nome o un volto e questo dava la possibilità a qualsiasi cosa d'esserlo.
Ed alle volte, tu lo sai, mi andava d'esser il figlio d'un dio.
Altre volte mi accontentavo d'un eroe, glorioso e potente.
Non chiedevo mai nulla a mia madre ed era evidente che a lei andasse bene così.

Tossisco.
Nonostante la pesantezza d'ogni porzione di corpo le mie mani corrono a coprirmi la bocca mentre piccole convulsioni nervose mi scuotono il torace, sfociando in altri gracchianti colpi di tosse.
Mi sto innervosendo, Luna, il mio corpo lo sente, nemmeno lui vuol più saperne di questa storia.
Se solo potessi vomitar via il malessere oltre che la spazzatura del mio stomaco..

Distacco le mani dalla bocca ed un filo di bava si perde nel nulla.

La curiosità vera mi raggiunse, prossimo alla maggiore età.
Le tante insicurezze maturate nel tempo avevano disegnato, nel mio inquieto immaginario, una tenebrosa silhouette a cui riconducevo ogni interrogativo, ogni titubanza..
Ogni vergogna.
Dovevo sapere, dovevo chiedere ed una sera, faccia a faccia con mia madre, seppi.

Seppi d'essere un bastardo, Luna.
E sogghigno, sì, nel dirlo.
In un tempo in cui è difficile vivere una giornata senza che qualcuno non dia del 'bastardo' a qualcun altro, in cui amici si dan scherzosamente del 'bastardo' a vicenda e in cui qualcuno, persino, si autoproclama tale forte del proprio carisma e degli sciocchi ronzanti attorno..
Alla fine, il più bastardo, l'autentico bastardo per quel che originariamente questo termine significhi..

«Sono io..»

Il figlio bastardo d'un uomo.. Vivo.
D'un uomo ancora vivo, con una famiglia, la stessa che aveva già da prima che io venissi al mondo.
Non fu facile, indigesto direi, ma pensavo che dal giorno dopo ogni cosa sarebbe cambiata.
Dopotutto, non è questo che ci si aspetta dalla Verità?
Che cambi ogni cosa, che albeggi sul mondo rivelando di questo il più autentico aspetto..?

«No, no.. no»

No.
Un peso in più.
Un peso che si moltiplicò per ogni ora d'ogni giorno d'ogni mese d'ogni anno in cui resistetti dall'ultimo passo.
L'ultimo, il successivo, il più intuitivo, il primo che venga alla mente..
Sopportai quel peso finché, insoddisfatto e sconfortato dall'inefficacia della verità, non mi decisi a colorare quell'oscura sagoma che imperversava dentro me.

«Eh.. eh..
Ahahah!»

Un bimbo armato di pennarelli.
Cos'altro ero se non questo?
Un bimbo armato di pennarelli per combattere la tenebra con i colori..
I colori della voglia di star bene, i colori della paura, della rabbia, della curiosità, i colori del sangue che ti ribolle, del cuore che ti galoppa in gola, del sudore alle mani prima di qualsiasi stretta di presentazione..
Lo cercai e attraverso terzi ebbi modo d'incontrarlo.

Le mie mani, ora, si serrano.
Le unghie, rosicchiate, affondano dolorosamente nel palmo, le nocche sbiancano.

Allora mi accorsi che della Verità mi mancava il tassello più importante, il più pesante.
L'individuo che mi aveva generato, oh Luna, Luna meravigliosa, quell'uomo ch'io avevo immaginato talvolta con ali altre con enormi armi ed altre ancora con poteri divini, quell'essere..

«È.. un.. disgst..so misrb..le»

Mi gonfio il petto d'aria e la trattengo, pregando intimamente che in quell'aria ci sia il tuo Argento purificatore.
Mi sforzo, mi sforzo con tutto me stesso d'immaginare che la tua luce in me mi pervada e deterga e aspetto, aspetto ad espirare finché i polmoni non mi fanno male.

«..
Hhhhhhhhhh.. hh»

Ed oggi sono qui.
Ho lasciato la mia casa materna approfittando della fortuna di poter contare su quei pochi metri quadri di proprietà in questa palazzina fatiscente.
Non sono più riuscito ad avere contatti con quell'individuo..
Il solo pensiero..

«Mi ripugna.»

Ho avuto bisogno di allontanarmi da mia madre, per cu provo sentimenti contraddittori, combattuto fra la profonda ammirazione per la sua forza d'animo, il biasimo per la sua pessima capacità di giudizio su quell'uomo e..
E rabbia, o qualcosa di simile.
Mhh..

«Mhh..»

Sospiro.
Ti guardo, ho gli occhi lucidi, lo sento, e ne sono felice perché so che stanno rispecchiandoti.

«Intorno a me la gente gioca a rincorrere occhi colorati, ad ambire a promozioni, a sognare d'essere tanto forte da squarciare una foresta.
Io, Luna, le foreste preferisco attraversarle per ricordarmi cosa sia la Bellezza.
E non so dirti se m'importi essere uno shinobi..
Ma ho bisogno delle sfide che uno shinobi sia chiamato ad affrontare.
Conoscerlo..»

Affondo un canino sul labbro inferiore.

«..mi ha tolto più di quanto mi abbia dato ed ora voglio insegnare a me stesso, da solo, cosa sia un uomo e di cosa debba esser capace.
E tu..»

Ti guardo con occhi traboccanti lacrime di commozione e gratitudine per la tua sola presenza, lì, al di sopra di me.

«Finché ci sarai giuro, giuro sul cuore che mi batte in petto, che non cederò alla meschinità che sembra contagiare tutto, tutti.
E che ti cercherò.. Per trovarti nel cuore di chi potrò amare, amare sinceramente, memore della lezione che la mia venuta al mondo porta con sè.»

Chiudo gli occhi, stravolto.

«Ti.. Amo.. Lun..a..»

ZzzZzzZzZ..
Descrizione

Vuoi che mi descriva?
Non è divertente così, ti rassegni al libretto d'istruzioni..
Oh, beh, come vuoi.
Sono alto poco più di 180cm.. 182, direi.
Sono piuttosto magro, non ho muscoli da millantare e tutto sommato va bene così.
Credo che il mio corpo mi si addica e la coerenza è importante.
Ho polsi sottili, dita affusolate, mani maledette che si ungono di sudore nei momenti di tensione ed imbarazzo.
Occhi marroni che si contornano di verde dinanzi al Sole e bordati della violacea prova delle mie notti inquiete.
Capelli ondulati, marroni, che superano le spalle d'un paio di dita.
Mi piace vestire maglie di canapa o cotone grezzo, con jeans corti o lunghi a seconda della stagione.
Parlo in maniera piuttosto ovattata, compensando quei rari momenti di collera bruciante che mi vedono urlare in maniera sconsiderata.
Sono timido ma in maniera strana, alle volte mi riesce particolarmente facile risultare sfacciato ed acido ma sarà un espediente come tanti.
Amo la Luna ed ironia vuole che sia anche.. Lunatico.
Patologicamente direi, è difficile starmi emotivamente dietro ma d'altronde non ci provano in molti.
Vivo d'immagini, fantasie, sogni, grazie a loro sopporto la mediocrità che mi circonda e leggo dei miti del passato per arricchire il mondo che mi cinguetta in testa.
Del mio villaggio amo gli alberi che lo circondano.
Credo, anzi, che siano il preciso motivo per cui possa dire d'essere contento d'esser nato qui.
Il resto, però, scoprilo da sola.

Equipaggiamento


Fukibari [Distanza]
Il Fukibari è un ago pericoloso, lungo circa cinque centimetri. Vengono mantenuti in bocca, fino alla loro emissione: ogni fukibari scagliato è considerato un proiettile. La gittata massima è 9 metri. Caricare in bocca richiede slot gratuito Istantaneo, altrimenti richiede slot gratuito Lento.
Tipo: Da Lancio-Perforazione
Dimensione: Minuscola
Quantità: 5
(Potenza: 5 | Durezza: 2 | Crediti: 5)

Kusari Fundo [Mischia]
Il Kusari Fundo è una lunga catena di metallo, con due pesi alle estremità. La lunghezza del Kusari Fundo è pari a 3 metri. Poteva essere usato come lazo, ovvero per afferrare o bloccare persone ed oggetti: può causare Intralcio Medio finché attorcigliato attorno ad un obiettivo.
Tipo: Catena-Contusione/Immobilizzo
Dimensione: Media
Quantità: 1
(Potenza: 10 | Durezza: 2 | Crediti: 35)

Tanto [Mischia]
Arma simile ad un coltello di piccole dimensioni, il Tanto era usato solitamente per gli scontri ravvicinati, come arma da taglio. Poteva essere nascosta in tasche particolari o sotto il braccio, dato la lunghezza pari a 30 cm, in modo da cogliere di sorpresa il nemico.
Tipo: Lama-Taglio
Dimensione: Mediopiccola
Quantità: 1
(Potenza: 10 | Durezza: 3 | Crediti: 30)

Marchingegno ad Olio [Meccanismo]
Tramite un piccolo marchingegno posto in qualsiasi oggetto di dimensioni medie o superiore, l' oggetto potrà emettere un piccolo getto d'olio molto denso entro 9 metri. Lo schizzo d'olio non danneggia l'avversario: può rendere scivolosa un' area di raggio pari a 3 metri, causando Intralcio Medio, oppure causare Ustione (DnT Medio) se incendiato.
Tipo: Speciale-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: - | Durezza: - | Crediti: 30)

Cerbottana [Meccanismo]
La cerbottana è una semplice canna di bambù lunga circa 60 centimetri. Può scagliare qualsiasi oggetto di dimensione pari a minuscola, con un incremento di gittata pari a 15 metri. La Potenza dei proiettili (senza potenziamenti) è raddoppiata; è possibile scagliare un singolo proiettile.
Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Mediopiccola
Quantità: 1
(Potenza: 5 | Durezza: 2 | Crediti: 30)

Guanto in Cuoio [Protezione]
Un paio di guanti che offre una discreta protezione senza intralciare la mobilità delle mani. Vengono forniti in coppia.
Tipo: Protezione-Supporto
Dimensione: Piccola
Quantità: 1
(Potenza: 10 | Durezza: 2 | Crediti: 10)

Tonico di Ripristino Inferiore [Tonico]
Ingerendo questo farmaco il ninja ripristina la propria vitalità di una ferita Leggera, ma non rimargina ferite.
Dose massima: 2 al giorno.

Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 1 | Crediti: 25)

Spiedi [Distanza]
Simili a lance di piccolissime dimensioni, gli spiedi sono leggeri, veloci e possono raggiungere massimo 15 metri.
Tipo: Da Lancio-Perforazione
Dimensione: Minuscola
Quantità: 5
(Potenza: 5 | Durezza: 3 | Crediti: 5)

Accendino [Vario]
Un semplice accendino a gas; se presenti materiali infiammabili può appiccare piccoli incendi (DnT Leggero) salvo diversamente indicato.
Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione:
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 1 | Crediti: 5)

Corda di Canapa [10m] [Vario]
Una corda molto robusta capace di reggere un peso notevole. Si può lacerare tramite tagli trasversali. I nodi hanno durezza 4.
Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 2 | Crediti: 5)

Kunai [Distanza]
Piccoli pugnali a lama quadrangolare, affilati sui due angoli stretti; alla fine dell'impugnatura (grande appena per una mano) si trova un buco, per permettere di utilizzarli con fili o in combinazione con altre armi. I kunai hanno gittata pari a 15 metri. Possono essere utilizzati anche come AdCC.
Tipo: Da Lancio/Lama-Taglio/Perforazione
Dimensione: Piccola
Quantità: 3
(Potenza: 8 | Durezza: 3 | Crediti: 10)

Tecniche Base


Tecnica della Trasformazione - Henge no Jutsu
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Capra
L'utilizzatore può cambiare il proprio aspetto. Le dimensioni possono essere maggiorata o diminuita al massimo del 50% rispetto le proprie dimensioni reali. La trasformazione permette di assumere le caratteristiche tecniche dell'oggetto in cui trasformati oppure ottenere armi naturali se possedute dall'animale trasformato. Le potenzialità devono essere parigrado l'utilizzatore, non è possibile ottenere una protezione fisica e non è possibile ottenere capacità di movimento non possedute dallo shinobi. È possibile applicare questa tecnica anche in combinazione con un altro shinobi, unendo i due in uno stesso aspetto fittizio. Solamente uno dei due shinobi avrà il controllo delle nuove sembianze ma entrambi dovranno pagare il costo di attivazione. Subire un danno pari o superiore a leggera causerà lo scioglimento della tecnica.
Tipo: Ninjutsu - Ninpou
(Livello: 6 / Consumo:Basso )

Rilascio - Genjutsu Kai
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Tigre
L'utilizzatore può deflettere genjutsu usando 2 slot tecnica. L'utilizzatore deve essere consapevole di essere sotto l'influsso di un'illusione. È possibile sfruttare i danni subiti volontariamente per aumentare l'efficacia del rilascio, senza costo in chakra. Ogni leggera subita incrementa di 10 l'Efficacia; status Leggeri aumentano di 10 l'Efficacia, a status Medio di 30, status Gravi di 60. Si possono rilasciare solo illusioni con efficacia inferiore quella del rilascio. Può eliminare più genjutsu solo se la somma delle efficacia di ogni genjutsu è inferiore all'efficacia del rilascio. È possibile usarla su un'altra persona. È possibile sommare l'Efficacia con un'altra persona se utilizzata insieme. È possibile utilizzarla senza sigilli, riducendo di 10 l'Efficacia.
Tipo: Ninjutsu - Ninpou
(Livello: 4 / Consumo: 1/2 Basso ogni 5 d'efficacia )
[Efficacia Massima Rilasciata: 15 per Grado]

Tecniche Avanzate


Percezione Falsata - Kokohi no Jutsu
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Serpente, Tigre, Drago, Cavallo, Cinghiale (5)
L'illusione si attiva senza medium: l'utilizzatore modificherà l'aspetto esteriore di un oggetto, senza cambiare la dimensione. La vittima non vedrà l'aspetto reale dell'oggetto ma l'inganno dell'utilizzatore, subendo l'illusione osservandolo. L'illusione è permanente finché non rilasciata. E' possibile aggiungere degli automazioni e piccole azioni ripetitive. Il consumo è pari a Basso ogni 10 d'efficacia.

Tipo: Genjutsu - Kanchi
(Livello: 5 / Consumo: Variabile )
[Effiacia Massima: 20 per grado]

[Da studente in su]

Lingue di Fuoco - Katon no Shita
Villaggio: Konoha
Posizioni Magiche: Cogniglio, Tigre, Lepre, Coniglio, Capra (5)
L'utilizzatore può emettere un getto di fiamme lungo 6 metri, dal diametro di mezzo metro. È possibile emettere più lingue di fuoco che partiranno dal punto d'impatto della fiamma precedente; si potranno estendere per altri 6 metri. La gittata massima è pari a 18 metri dall'utilizzatore. La Velocità è pari la Concentrazione dell'utilizzatore. La potenza di ogni lingua di fuoco è 10.
Tipo: Ninjutsu - Katon
(Livello: 6 / Consumo: Basso ogni lingua )
[Lingue Massime: 2 ogni grado ninja]

[Da studente in su]

Simulacro di Spine - Marin Jizou
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Nessuna (0)
L'utilizzatore può rendere i propri capelli molto resistenti, trasformandoli in una difesa resistente ed efficace, in grado di proteggere e danneggiare l'avversario. I capelli avvolgeranno completamente l'utilizzatore e concederanno una protezione di potenza pari a 15. La coperta di capelli risulterà dannosa per qualsiasi attaccante, che subirà un danno di potenza 5 se toccata la coperta di spine a mani nude.
Tipo: Ninjutsu - Ninpou
(Livello: 5 / Consumo: Medio )
[Da studente in su]

Tecnica Speciale


Abilità


Competenze


Statistiche










loading...