×

Per evitare di inserire pubblicità sul sito e per aiutarci a supportarne i costi, abbiamo pensato ad un modo per navigare nel sito senza alcuna pubblicità. In cambio, useremo una porzione delle capacità di calcolo del tuo computer mentre navighi ed usi sulla app per calcolare hashes in cambio di Monero (una cryptomoneta simile ai Bitcoin). Per favore, leggete attentamente le note.

  1. Durante il calcolo degli hashes non useremo il 100% della tua CPU.
  2. Questo non è né pericoloso per il tuo hardware né illegale.
  3. Ci sono siti che già lo fanno ma senza chiedere il permesso prima. Noi crediamo nella trasparenza, per cui non useremo mai la tua CPU senza consenso.
  4. Ti sarà richiesto di effettuare un opt-in per dare il tuo consenso all'uso della CPU ogni quattro ore.
  5. Puoi spegnerlo quando vuoi, il bottone è nell'header.
  6. Il mining avviene solo su NarutoGDR e sulla Naruto Legend. Non appena chiudi tutte le pagine, questo si ferma e la CPU viene liberata immediatamente.
  7. Se lasci il PC acceso su una pagina di NarutoGDR o della Naruto Legend, il mining ridurrà l'uso della CPU progressivamente per due ore di tempo fino ad azzerarsi, così da preservare il più possibile il tuo hardware.

Se vuoi iniziare e dare una mano, ti manderemo all'opt-in per dare la tua autorizzazione al mining. Altrimenti, chiudi questa finestra!


× Logo
Password dimenticata?

× Logo

× Logo

L'username sarà lo stesso che usi su forumfree. Ricorda che se cambi username su Forumfree questo non cambia anche su NLapp in automatico.
Ripeti Password
×

Codice Conoscenza

Immagine PG

Background

Descrizione

Equipaggiamento

Tecniche Base

Tecniche Avanzate

Tecnica Speciale

Abilità

Competenze







Immagine PG
Nome Utente: Eldingar

Villaggio: Suna
Grado: Studente
Energia: Bianca

Background
Descrizione


PrimarieSlotGraduate
Forza: 100
Velocità: 100
Riflessi: 100
Resistenza: 100
Slot Azione: 3
Slot Difesa: 3
Slot Tecnica: 2
Percezione: 6
Furtività: 0
SecondariePrestazioni
Agilità: 100
Precisione: 100
Concentrazione: 100
Intuito: 100
Chakra: 10 Bassi
Vitalità: 8 Leggere
En.Vitale: 30 Leggere
Movimento: 6m/slot
Salti: 2metri

Background

Una distesa rigogliosa, di neve, nella quale la narratrice introduce:
se stessa - i colori - una storia.
Prima o poi tutti muoiono. Questo è solo un semplice dato di fatto.

Ti starai chiedendo chi sono, giovane anima. Beh, ti basta sapere che in realtà non potrei presentarmi in maniera adeguata, avremo modo di conoscerci abbastanza bene quando sarà il momento giusto, il tuo momento. Non posso dirti come sarà il nostro incontro, fatto sta che che molti mi vedono come qualcosa di orribile ed inquietante, ma quello che temono in realtà è solo la paura dell'ignoto. Dunque, ritornando a noi, quando ci vederemo sarai sdraiato e con i muscoli rigidi. I tuoi occhi fisseranno il vuoto senza vedere nulla, ti falcerò il ventre e separerò la tua anima dal corpo, prendendomene cura. La prenderò con dolcezza, portandola verso il viaggio dell'eternità. Vedrai un'eclissi ed un susseguirsi di avvenimenti alla fine dei quali ci sarò io, che ti aspetterò con pazienza. La tua sarà una fine unica, veloce o lenta, a seconda della situazione e del colore.

Che cosa centrano i colori?

Nell'esatto istante in cui verrò da te, ogni cosa assumerà un colore preciso che farà capolino dietro le mie spalle. Ci sono moltissime sfumature; cerco di apprezzare sempre l'intero spettro e notarli tutti, ma personalmente amo il colore rosso, si dice che mi doni molto. Ma non c'è ne mai uno uguale all'altro, cambia per ogni essere, il che mi rilassa, non amo la monotonia. Faccio questo lavoro da moltissimo tempo, non posso concedermi pause o vacanze; chi se no, potrà prendere il mio posto altrimenti? Questa consapevolezza mi ha portato ad accettare una scomoda verità, quindi cerco di svagarmi più che posso con i colori. Ho imparato a coglierne una combinazione per ogni essere umano, come ho detto prima non c'è nessuno perfettamente uguale all'altro. E' diventata ormai la mia abitudine e la mia specialità, nonchè un punto di ristoro frequente.
Ma perché, allora, ho bisogno di questo svago? Per colpa dei sopravvissuti, naturalmente. Dei superstiti che non sono riuscita a guardare e prendere con me. Si tratta della storia di quelle persone che si sono tenute aggrappate alla vita con le unghie e con i denti, la storia di quelli che sono rimasti schiacciati dalla fortuna e dallo stupore. A volte credo di precipitarmi troppo presto. Per loro i colori sono confusi e caotici, non ancora delineati.
Questo ci porta al passo successivo, alla storia di un'esperta nell'arte di sopravvivere. Per lei i colori sono sempre stati gli stessi, ma con miliardi di sfumature diverse che, fra le altre cose, riguardano:

- una ragazza dai capelli rossi
- un gruppo di gatti
- una banda di criminali
- una benedizione misteriosa

Ho visto la neonata di capodanno tre volte.

Vicino all'Orfanotrofio
Per prima cosa, come avrai capito, vennero i colori.
Quella sera del 31 Dicembre nel Paese del Fuoco c'era un intensissimo color bianco. Il cielo ne era invaso. Sembrava arrabbiato a tal punto da punire la terra con miliardi e miliardi di fiocchi di neve che, a loro volta, andarono ad indugiarsi leziosemente un po d'appertutto. Gli alberi e le abitazioni erano coperte di ghiaccio. Il vento entrava nel petto e tagliava il fiato con prepotenza.
C'erano due figure sbiadite nell'oscurità della notte e del silenzio.
La donna dalla lunghissima chioma rossa teneva in braccio il suo cucciolo.
Un gruppo di persone mascherate aveva marciato con insistenza dietro di loro.
Avevo assistito molte volte a scene del genere, ormai ne ero abituata.
Come avrai forse capito, molti morirono. Il sangue schizzava ovunque, la neve si bagnò di rosso. La neonata di capodanno strillava sulla soglia di un'imponente abitazione, i due genitori l'avevano portata lì dopo lo scontro. Presentavano ferite mortali, ma avevano ancora un po di energie a loro disposizione.
A quel punto ero pronta, mi avvicinai con lentezza e prudenza e, allo scoccare dell'ultimo attimo, provai a mettere le mani sulle anime deboli di quelle due persone. Le toccai, provai sollevarle, a tirarle verso di me, ma nulla.
Non riuscivo ad acchiapparle, non era mai successo in questo modo.
Non capì esattamente come, ma i due erano spariti. Le loro anime si dispersero nella natura e nel tempo. Ebbi la sensazione che ne diventassero tutt'uno. Il vento soffiava forte, i resti dei due erano solo dei ricordi sbiaditi.
Cercai di segurli, offesa. Non era la prima volta che i Ninja si facessero beffe di me, ma ogni volta ci rimango di sasso e me ne ritorno nel mio mondo di colori, arrabbiata. Irritata, mi lascio trasportare dalla corrente della rabbia e vado a ripagare il mio debito con le anime di altre persone. Ma quella volta, quella storia mi aveva incuriosito, decisi di osservare la figlia che era stata difesa con tanta grinta. Aveva due occhi smeraldinei, il suo pianto disperato sembrava il canto di una Fenice.

In una Foresta Oscura
Il momento era il più buio della notte, ma anche questa volta si ripresentò il bianco.
Ero venuta a prendere una Geisha di circa diciassette anni. Quando il suo corpo si schiantò sulla neve, ci fu un tonfo passivo. Un'uomo stava estraendo una lama insanguinata dal suo ventre. Aveva un'espressione di brutale follia, non lo guardai per disgusto. Mi concentrai, anche questa volta, sui colori. Come ho accennato prima c'era di nuovo il bianco, ma il cielo era di uno strano nero cioccolato. Ma no, non fu questo particolare a colpirmi. Fu il colore rosso. E' il mio preferito, come ti ho detto, anche quello più frequente. Ma nulla c'era di normale in quelle sfumature. Dalle labbra dipinte di scarlatto al Kimono cremisi, dai capelli rosso vermiglio fino al sangue. Sì, il sangue dominava, espandendosi sulla neve, cambiando il colore anche a questa in un morbido rosa. Un'albero nelle vicinanze era stato schizzato come una tela da pittura. C'era stato un assassinio, la fanciulla aveva tentato una fuga. Mi avvicinai, osservando due occhi privi d'espressività. Aveva un fascino disarmante. L'esoterico e la bellezza si univano in un essenza divina, ma al tempo stesso demoniaca. Un diamante pregiato quindi, finito in pasto alla crudeltà fin troppo in fretta.
La osservai, il mio caldo respiro le sfiorava la pelle nuda.
Decisi alla fine di portarla con me. Sollevai la sua anima con delicatezza. Era molto leggera. Feci un salto senza suono nè tatto e ce ne andammo in volo, insieme. Ella non si mosse, non mi salutò. Erano passati anni, ma la riconobbi. Era la neonata che tempo fa vidi sulla soglia di un orfanotrofio, a capodanno. Quegli occhi erano inconfondibili. Io non dimentico nessuno.
Ma proprio quando le stavo mostrando la bellezza del suo cielo (l'arrivo dell'alba) sentì che la sua anima si fece meno inconsistente, feci fatica a trattenerla tra le mie braccia gonfie. Si polverizzò, o meglio, si sciolse in 'liquido', perché la vidi ricadere sul suo corpo mortale come una spruzzata d'acqua. Una volta schiantato, fece trasalire il corpo che pensavo morto, come se qualcuno avesse tirato un secchiello d'acqua ad una persona che dorme. Accanto a lei si era formata una compagnia di gatti dal pelo variopinto. Uno, in particolare, le posava sul petto, miagolando. La distanza che mi separava non mi permise di riconoscere il felino, ma nel profondo del mio cuore (si fa per dire), sapevo che si trattava ben più di un semplice gatto. Dopo qualche minuto, il fumo della morte si esaurì, la neonata di capodanno si era aggrappata alla vita più a lungo del previsto.

In un Nascondiglio di Suna
Questa volta, niente più bianco. Era appena entrata la mia stagione preferita, quella dei fiori e delle vegetazioni. Se solo avessi saputo della quantità di anime che avrei accompagnato quella sera con me, avrei sicuramente passato meno tempo nell'osservare il cielo limpido d'azzurro plumbeo. C'era una grotta in una grossa catena montuosa. Ecco, questa si sfumava nel tipico colore del Paese del Vento, quel giallo desertico e sabbioso. Non era la prima volta che ci entravo, ricordai bene tutte le ragazze che presi con me, che, prima di ritrovarsi in fin di vita, avevano ingerito (involontariamente) droghe di tutti i tipi. Io non sono un giudice, non ho una morale, sono solo un'esito, e mi limito ad essere soltanto questo, perciò non ti dirò se quello che sto per mostrarti sia giusto o sbagliato, questo lo deciderai tu, in base alla situazione ed al colore.
Quella volta, si ripresentò una mia vecchia amica, la sopravvissuta. Non ci vedevamo da mesi, eppure sembrava più cambiata che mai. Si nascondeva furtiva dietro nascondigli improvvisati all'interno della grotta. Poteva non sembrare, ma l'interno era piuttosto elaborato, con ben tre piani ed agiatezze di ogni genere. La costruzione si estendeva per tutta la catena montuosa, sorressa da pali e da tecniche Ninja 'comprate' da mercanti di abilità, chiamiamoli così. Fui felice, perché la neonata di capodanno - conosciuta anche come Fujiko Murakami o con il nome da Geisha 'Sayuri' - ripagò il debito che lei ed i suoi genitori avevano lasciato con me. Quella sera, la ragazza fece fuori tutta la banda di trafficanti di donne al mercato nero del reparto di Suna, riportando alla libertà le numerose ragazze che erano state date per disperse e che, prima o poi, sarebbero finite come merce di scambio per qualche uomo d'affari. Uno dopo l'altro, i colori si susseguirono; il rosso tuttavia era anche questa volta dominante. Senza sosta ne pietà, la ferocia felina di una ex Geisha si riversò completamente su quei malcapitati. Il colore di sottofondo era il giallo della caverna, accorniciato dal nero pece dell'oscurità e dal silenzio della crudeltà la quale, a malincuore, non seppi dar colore. Il cielo, comunque, rimase quello che vidi prima di avventurarmi in quel luogo testimone di un pluriomicidio silenzioso. Non seppi, a quel punto, come trasportare tutte quelle anime sulla banda dell'eternità, tantè che alcuni si aggrapparono alla mia veste, altri al mio collo, ma tutti, chi più chi meno, se ne andarono con il terrore dell'ignoto.
Salutai la ragazza con la mano, non mi rispose.

Eccola qui. Fujiko Murakami.

Una Geisha ed una Kunoichi.

Se ti va e se ho stuzzicato il tuo interesse, vieni con me. Ti mostrerò la storia di questa sopravissuta, non devi fare nulla, ascolta solo il battito del tuo cuore.


Descrizione

Fujiko Murakami, la colonna portante di una lama di luce che irradia cielo e terra. La ragazza si estende per un metro e sessantanove centimetri, con un peso di cinquantacinque chilogrammi. Potrebbe essere definita come una 90-60-90.
Scolpita dal duro addestramento di una Geisha, la neonata di capodanno si presenta come una graziosa ragazza nei modi e dalla presenza raffinata. Ha una lunghissima chioma di capelli rosso vermiglio, che incornicia un volto ovale e fanciullesco. Dotata della belleza antica delle Dee del passato, Fujiko incarna quel tipo di fascino di una figura considerata arte in movimento, piuttosto che di un comune oggetto sessuale. Porta con se la bellezza delle Geisha nel fisico e nei gesti; un corpo dalle curve morbide e femminili, evidenziate da un portamento lento e misurato. Ha gli occhi di un verde molto intenso, con delle labbra carnose e rubiconde, dalle quali fuoriesce una voce gentile e sensuale che può variare di tonazione con la facilità di chi mente di professione. Elegante ed educata nell'arte dell'intrattenimento e della seduzione, sa come sfruttare la sua bellezza a suo vantaggio, in una maniera colta e raffinata, con la fierezza di una Geisha professionista che cerca di essere padrona dei propri sentimenti. Le sue nozioni di storia, geografia, poesia, letteratura e politica le permettono di intrattenere conversazioni lunghe ed intelligenti. Potrebbe essere definita insopportabilmente calma, dalla mente tagliente ed elastica. Infatti, lei non è radicata nel terreno come un albero di Ciliegio, ma è come l'acqua. Questa si scava la strada attraverso la pietra e, una volta in difficoltà od in trappola, si crea un nuovo varco, proseguendo il suo corso limpido e calmo. Ma l'acqua sa essere anche violenta, non lascia scampo a nessuno. Come uno Tsunami che travolge qualsiasi cosa al suo passaggio.
Cresciuta senza molto affetto all'interno dell'orfanotrofio e successivamente nella casa del tè di Otafuku, Fujiko prova un grande sentimento d'affetto e di riconoscimento verso Suna ed i suoi abitanti, che l'hanno accolta come parte della loro famiglia, donandole quell'affetto che non aveva mai ricevuto. Infatti, la ragazza potrebbe agire come una Geisha per inerzia, ma essendo ormai libera da ogni regola e severità le ha fatto scoprire se stessa, dando sfogo alla sua vera personalità ed alle sue stranezze, tirando fuori un carattere allegro e gioioso.
Era ricaduta in un abisso d'odio dal quale non sapeva come uscire. Il villaggio della Sabbia le ha dato la possibilità di cambiare vita ed anche quella di essere utile per una causa superiore. Una ragione di vita, insomma. A Suna, la giovane Fujiko si gusta piano piano la sua essenza, alla ricerca di un carattere da molto soppresso in profondità della sua anima. Da sfogo alle sue passioni e cerca di scoprirne altri; per esempio le piace cambiare spesso colore e taglio di capelli, così come le piace vestirsi in una maniera sempre diversa, anche inusuale!



Equipaggiamento


Tessen [Mischia]
Ventaglio da combattimento. Le sue ridotte dimensioni sono utili per essere portato in qualsiasi luogo senza insospettire anche se sotto copertura. Il ventaglio presenta un anima di metallo attorno al bordo, rendendolo un'arma pericolosa ed affilata quando aperta. Una volta parzialmente richiuso le sue potenzialità sono praticamente nulle. È disponibile la taglia Gigante, inoffensiva.
Tipo: Lama-Taglio
Dimensione: Mediopiccola
Quantità: 1
(Potenza: 15 | Durezza: 2 | Crediti: 25)

Tessen [Mischia]
Ventaglio da combattimento. Le sue ridotte dimensioni sono utili per essere portato in qualsiasi luogo senza insospettire anche se sotto copertura. Il ventaglio presenta un anima di metallo attorno al bordo, rendendolo un'arma pericolosa ed affilata quando aperta. Una volta parzialmente richiuso le sue potenzialità sono praticamente nulle. È disponibile la taglia Gigante, inoffensiva.
Tipo: Lama-Taglio
Dimensione: Gigante
Quantità: 1
(Potenza: 15 | Durezza: 2 | Crediti: 25)

Marchingegno a Sabbia [Meccanismo]
Tramite un marchingegno posto in qualsiasi arma di dimensioni media o superiore, l'utilizzatore potrà attivare una piccola nube di sabbia in grado di occultare la visuale nel raggio di 1,5 metri. Il marchingegno potrà emettere una carica 1 volta ogni 2 round. La polvere non ha potenza offensiva, ma può distrarre e infastidire.
Tipo: Speciale-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: - | Durezza: - | Crediti: 30)

Tonico Coagulante Inferiore [Tonico]
Questo tonico quando ingerito richiude ferite fino ad un valore complessivo di Media ma non rigenera vitalità.
Dose massima: 2 al giorno.

Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 1 | Crediti: 30)

Tonico di Ripristino Inferiore [Tonico]
Ingerendo questo farmaco il ninja ripristina la propria vitalità di una ferita Leggera, ma non rimargina ferite.
Dose massima: 2 al giorno.

Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Minuscola
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 1 | Crediti: 25)

Kaiken [Mischia]
Il Kaiken era un'arma definita tale per le proprie fatture e facilità d'uso. Usata preferibilmente dalle Ninja donna, ovvero dalle Kunoichi, aveva la stessa funzione e dimensioni del Tanto. Poteva essere nascosto tra le vesti, era un'affilata lama da taglio.
Tipo: Lama-Taglio
Dimensione: Mediopiccola
Quantità: 1
(Potenza: 15 | Durezza: 2 | Crediti: 25)

Shuriken [Distanza]
Le classiche stellette ninja, hanno forma di una stella a 4 punte con lati taglienti; hanno un peso medio e sono abbastanza veloci; al centro si trova un buco per permettere di utilizzarli con fili o in combinazione con altre armi. La gittata massima è 15 metri.
Tipo: Da Lancio-Taglio
Dimensione: Piccola
Quantità: 5
(Potenza: 5 | Durezza: 3 | Crediti: 10)

Gomitiera Imbottita [Protezione]
La gomitiera avvolge e protegge entrambi i gomiti, lasciando una buona libertà di movimento. Vengono forniti in coppia.
Tipo: Protezione-Supporto
Dimensione: Piccola
Quantità: 1
(Potenza: 10 | Durezza: 3 | Crediti: 15)

Ginocchiera Imbottita [Protezione]
La ginocchiera avvolge e protegge entrambe le ginocchia, lasciando una buona libertà di movimento. Vengono forniti in coppia.
Tipo: Protezione-Supporto
Dimensione: Piccola
Quantità: 1
(Potenza: 10 | Durezza: 3 | Crediti: 15)

Specchietto in Metallo [Vario]
Semplice specchio, sta comodamente nel palmo della mano.
Tipo: Supporto-Supporto
Dimensione: Piccola
Quantità: 1
(Potenza: 1 | Durezza: 3 | Crediti: 10)

Tecniche Base


Rilascio - Genjutsu Kai
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Tigre
L'utilizzatore può deflettere genjutsu usando 2 slot tecnica. L'utilizzatore deve essere consapevole di essere sotto l'influsso di un'illusione. È possibile sfruttare i danni subiti volontariamente per aumentare l?efficacia del rilascio, senza costo in chakra. Ogni leggera subita incrementa di 10 l'Efficacia; status Leggeri aumentano di 10 l'Efficacia, a status Medio di 30, status Gravi di 60. Si possono rilasciare solo illusioni con efficacia inferiore quella del rilascio. Può eliminare più genjutsu solo se la somma delle efficacia di ogni genjutsu è inferiore all'efficacia del rilascio. È possibile usarla su un'altra persona. È possibile sommare l?Efficacia con un?altra persona se utilizzata insieme. È possibile utilizzarla senza sigilli, riducendo di 10 l'Efficacia.
Tipo: Ninjutsu - Ninpou
(Livello: 4 / Consumo:½ Basso ogni 5 d'efficacia )
[Efficacia Massima Rilasciata: 15 per Grado]

Tecnica della Trasformazione - Henge no Jutsu
Villaggio: Generico
Posizioni Magiche: Capra
L'utilizzatore può cambiare il proprio aspetto. Le dimensioni possono essere maggiorata o diminuita al massimo del 50% rispetto le proprie dimensioni reali. La trasformazione permette di assumere le caratteristiche tecniche dell'oggetto in cui trasformati oppure ottenere armi naturali se possedute dall'animale trasformato. Le potenzialità devono essere parigrado l'utilizzatore, non è possibile ottenere una protezione fisica e non è possibile ottenere capacità di movimento non possedute dallo shinobi. È possibile applicare questa tecnica anche in combinazione con un altro shinobi, unendo i due in uno stesso aspetto fittizio. Solamente uno dei due shinobi avrà il controllo delle nuove sembianze ma entrambi dovranno pagare il costo di attivazione. Subire un danno pari o superiore a leggera causerà lo scioglimento della tecnica.
Tipo: Ninjutsu - Ninpou
(Livello: 6 / Consumo:Basso )

Tecniche Avanzate


Prima Stella
Villaggio: Suna
Posizioni Magiche: Nessuna (0)
Sfruttando il movimento di un'arma media o superiore, l'utilizzatore può emettere una folata di vento in grado di fermare tutte le armi in volo di dimensioni medie o inferiori. La folata di vento ha gittata pari a 12 metri. Può essere usata in combinazione con 'Seconda Stella' e 'Terza Stella' spendendo uno slot tecnica ognuna. È possibile utilizzare questa tecnica più volte a round spendendo uno slot azione.
Tipo: Taijutsu
(Livello: 6 / Consumo: Basso )
[Ampiezza Massima: 3 metri a Grado]

[Da studente in su]

Acrobazia Tropicale
Villaggio: Suna
Posizioni Magiche: Nessuna (0)
L'utilizzatore può effettuare manovre complesse per attaccare da posizioni insolite per un round: un doppio movimento non causa AdO all'utilizzatore, l'altezza massima dei salti è raddoppiata (x2).
Tipo: Taijutsu
(Livello: 5 / Consumo: Basso )
[Da studente in su]

Spaccamontagne
Villaggio: Suna
Posizioni Magiche: Nessuna (0)
L'utilizzatore può sferrare un pugno dalle potenzialità offensive altamente incrementate: la Forza dell'attacco sarà incrementata di 4 tacche; il colpo causerà Dolore (DnT Medio) nella zona colpita. Se utilizzata contro pareti di roccia, è possibile distruggerle facilmente.
Tipo: Taijutsu
(Livello: 5 / Consumo: Mediobasso) )
[Raggio Distruzione: 3 metri ogni grado]

[Da studente in su]

Tecnica Speciale


Abilità


Competenze


Statistiche










loading...